Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Ricerca La ricerca nel Dipartimento Premi e riconoscimenti

Premi e riconoscimenti

 

  • Sviluppo del territorio, Unimc misura i progetti Gal (aprile 2018). Sarà l’università di Macerata a condurre uno studio pilota, commissionato dal Gruppo di azione locale Colli Esini San Vicino, sulla misurazione dell’efficacia delle politiche per lo sviluppo locale. Il Gal, attraverso una procedura di gara negoziata, ha assegnato a un team di ricercatori di Unimc il compito di creare, nel corso di tre anni, un modello che permetta di stimare gli effetti socio economici delle linee d’azione contenute nella programmazione territoriale, in modo particolare di quelle orientate dai progetti integrati di sviluppo locale e con un’attenzione particolare alla definizione degli indicatori più idonei a identificare il livello di benessere sociale del territorio. Il Gal Colli Esini San Vicino, rappresentato dal presidente Riccardo Maderloni, è l’agenzia di sviluppo locale più rilevante del territorio in tema di programmazione e attuazione di iniziative di sviluppo locale. Per il direttore tecnico Luca Piermattei, «Il compito del Gal è quello di realizzare le azioni per lo sviluppo territoriale, creando opportunità d’impresa, occupazione e benessere, nella salvaguardia del patrimonio naturale e culturale. In questa ottica, abbiamo la necessità di valutare l’impatto socio economico dei fondi comunitari che veicoliamo sul territorio per capire se la direzione è giusta e se stiamo attuando uno sviluppo sostenibile». Il gruppo di ricercatori dell’Università di Macerata, fra cui Claudio Socci, Anna Grazia Quaranta, Francesca Severini e Rosita Pretaroli, ha maturato un’esperienza consolidata nella valutazione dell’impatto delle politiche pubbliche con numerosi organismi nazionali ed internazionali, come Ismea, Fao, ministero dell’Interno, ministero dell’Economia. «L’università, in questo modo, può aprirsi verso il contesto socio-economico, esercitando la valorizzazione e il trasferimento delle proprie conoscenze» commenta il rettore Francesco Adornato. Per Socci, docente del dipartimento di Economia e diritto e coordinatore del gruppo di ricerca, «si tratta di una sfida importante dal punto di vista scientifico, poiché consente di calibrare gli strumenti di valutazione più evoluti in letteratura – matrici di contabilità sociale e modelli multisettoriali – su una scala territoriale molto specifica, attraverso la simulazione delle azioni pensate appositamente per quel territorio». Fra gli obiettivi principali dello studio, vi è la quantificazione delle ricadute reddituali e occupazionali conseguenti alla programmazione territoriale oltre alla mappatura degli effetti che le politiche locali determinano sulla distribuzione del reddito delle imprese e delle famiglie. L’analisi verrà condotta anche attraverso il coinvolgimento dei principali portatori di interesse del territorio, in particolare nella fase di definizione degli indicatori di benessere territoriale.

 

  • Istituito l'Osservatorio del terzo settore e dell'economia civile (aprile 2018). Durante il Convegno “Economia è cooperazione?” organizzato dalle docenti Eleonora Cutrini e Ninfa Contigiani del Dipartimento di Giurisprudenza e Stefano Perri del Dipartimento di Economia e diritto è stata annunciata la nascita, presso l'Ateneo, dell'Osservatorio del Terzo settore e dell’Economia civile. "Ci sono - spiegano i docenti referenti - almeno due ragioni per cui gli economisti dovrebbero accogliere con favore la riscoperta dell’economia civile in Italia. Innanzitutto, la notevole crescita del Terzo settore in Italia costituisce uno dei tasselli di una ben più ampia riorganizzazione dell’economia e della società, in buona parte ancora da decifrare. Inoltre, in questo momento storico e dopo la grande crisi, è necessario ricercare nuove coerenze tra tenuta occupazionale, socialità e benessere. Le istituzioni e le imprese del Terzo settore possono contribuire a mantenere coese le comunità e ad attutire le disuguaglianze". A fianco alle riflessioni sul paradigma dell'economa civile, la giornata è stata un momento formativo, di stimolo e rafforzamento della capacità operativa delle diverse organizzazioni del Terzo settore presenti sul territorio.

 

  • La Commissione europea finanzia il progetto ADA per la formazione dei giudici europei a Macerata (ottobre 2017). Il Dipartimento di Economia e Diritto dell'Università di Macerata consegue un importante risultato: la Commissione europea ha approvato e finanziato il progetto "Antitrust Damages Actions" – ADA, presentato dal Dipartimento di Economia e Diritto. L’Università di Macerata sarà così impegnata in un prestigioso programma di formazione rivolto a 60 giudici dei paesi dell'Unione Europea. Per due anni arriveranno a Macerata da tutta Europa per frequentare un ciclo di lezioni e seminari tenuti da esperti su alcuni aspetti innovativi della normativa europea sulla concorrenza. Il Dipartimento di Economia e Diritto si è avvalso del supporto progettuale dello spin off accademico "AdvisEU Studio Project" di Unimc, specializzato in progettazione europea per la ricerca. Per il coordinatore del progetto, prof. Giulio Maria Salerno (Direttore del Dipartimento di Economia e Diritto) “questo ottimo risultato accrescerà il profilo internazionale delle attività del Dipartimento e permetterà a tutto l'Ateneo di interloquire con i giudici europei e i maggiori esperti in materia di legislazione antitrust”. Referenti scientifici del progetto ADA sono il prof. Maurizio Sciuto e il prof. Tommaso Febbrajo per gli aspetti giuridici, e la dott.ssa Rosita Pretaroli per la parte economica

 

  • Una piattaforma italiana per la finanza d’impatto: Finanziato dal MIUR il progetto presentato dai ricercatori del Dipartimento di Economia e Diritto. (Luglio 2017). Il progetto di ricerca “Una piattaforma italiana per la finanza d’impatto: modelli finanziari per l’inclusione sociale ed un welfare sostenibile” presentato da Università di Roma “La Sapienza”, Università di Macerata, Università di Roma “Tor Vergata”, Università “Magna Graecia” di Catanzaro e Politecnico di Torino ha ottenuto il primo posto nella selezione nazionale indetta dal Miur per il finanziamento di progetti di ricerca in tema di Social Impact Finance. Il progetto di ricerca avrà durata triennale. Per l’Ateneo di Macerata, partecipano al progetto: Nicoletta Marinelli (responsabile locale), Luca Ricetti (responsabile locale), Massimo Biasin, Roy Cerqueti, Emanuela Giacomini, Anna Grazia Quaranta.

 

  • Il Prof. Luca De Benedictis chiamato a far parte del Comitato Scientifico dell’ISTAT. (Giugno 2017). Il prof. Luca De Benedictis è stato nominato dall’Istituto Nazionale di Statistica membro del Comitato Scientifico che avrà il compito di selezionare progetti di ricerca in campo economico, demografico, sociale e ambientale. I progetti saranno selezionati sulla base delle linee guida definite dal Piano triennale della ricerca telematica dell’Istat che permette di orientare e inserire l’attività di ricerca e di analisi tematica su aspetti strutturali e dinamici dell’economia e della società italiana. Il Comitato Scientifico si compone di studiosi del mondo accademico e delle istituzioni

 

  • Premio Giovani STOREP 2016 a Riccardo Evangelista. (Dicembre 2016). Riccardo Evangelista, dottore di ricerca in “Sviluppo economico” presso l’Università di Macerata dal marzo 2016, ha vinto il Premio Giovani STOREP per l’anno 2016 per l’articolo “Ragioni, negazioni e direzioni dell’intervento pubblico. Logiche del processo economico in Mises e Polanyi”. Il Premio Giovani STOREP viene conferito al giovane studioso autore del miglior articolo presentato al Convegno annuale, articolo che deve trattare un tema rilevante per l’economia politica o quello principale del convegno, o un tema di analisi e politica economica contemporanea le cui conclusioni sono presentate in contrasto o continuità con punti di vista teorici del passato. Il saggio di Riccardo Evangelista “esamina le opposte visioni di Karl Polanyi e Ludwig von Mises sul funzionamento delle economie di mercato, a partire dalla comune esperienza dell’esperimento socialista della cosiddetta “Vienna rossa” (1919-1933), caratterizzate da politiche di intervento pubblico, soprattutto nel settore abitativo che avevano fortemente limitato l’agire dei meccanismi di mercato. (…) L’autore analizza con grande chiarezza le due posizioni teoriche, con ampiezza di riferimenti alla letteratura e al contesto in cui vanno collocate per essere compiutamente comprese. Mostra le due posizioni in maniera non schematica, ma articolata con ricchezza di dettaglio e sfumature” (dalle motivazioni della Commissione).

 

  • La ricerca del Dipartimento ospitata dalla più antica Università tedesca. (Dicembre 2016). La ricerca presentata da Luca De Benedictis - in collaborazione con Anna Maria Pinna (Università di Cagliari) - esplora come il ruolo della geografia può essere modificato dalla storia. Per risolvere i problemi di selezione nei dati nella relazione tra trattamento ed outcome, l'analisi si focalizza sulle isole e su come l'insularità sia legata al livello degli odierni costi commerciali. Controllando per numerose caratteristiche geografiche, per l'eterogeneità non osservabile e per la correlazione spaziale, l'analisi dimostra che le isole che sono state toccate dalle rotte di navigazione tra il 1662 e il 1855 (ricavate dalle informazioni degli archivi inglesi, olandesi, spagnoli, francesi e statunitensi) hanno costi inferiori ancora oggi, rispetto alle isole simili non coinvolte in rotte di navigazione durante la navigazione oceanica a vela.

 

  • La prof.ssa Cristiana Mammana eletta componente del Comitato Scientifico AMASES. (1-12 Dicembre 2016) Dal 1 al 12 dicembre 2016 si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle cariche dell’Associazione per la Matematica Applicata alla Scienze Economiche e Sociali (AMASES), necessarie per l’elezione del Presidente, di sei componenti per il Comitato Scientifico e tre revisori dei Conti. Al termine delle votazioni la prof.ssa Cristiana Mammana è stata eletta Componente del Comitato Scientifico. L’AMASES è una società scientifica italiana fondata nel 1976 allo scopo di promuovere la ricerca e favorire l’informazione e la formazione scientifica con riguardo alle applicazioni della Matematica nello studio dell’economia, della finanza, delle assicurazioni e delle decisioni individuali, collettive, strategiche, aziendali. La risposta ai problemi delle scienze sociali viene cercata attraverso l’utilizzo di modelli matematici il cui studio si avvale di principi, metodi e tecniche di varie branche della matematica.

 

  • Il prof. Andrea Fradeani ha ottenuto il premio come “Best Conference Paper”. (Novembre 2016). Il prof. Andrea Fradeani è stato premiato, insieme con i coautori proff. Davide Panizzolo (Università di Trento) e Eldi Metushi (Canadian Institute of Technology), con lo Special Award Best Conference Paper durante la conferenza internazionale, tenutasi a Verona lo scorso mese di ottobre, della sezione italiana dell’Association for Information Systems(http://www.itais.org). Il prestigioso riconoscimento si riferisce all’articolo scientifico Financial Reporting in XBRL: First Evidence on Financial Statement Notes of Italian Unlisted Companies, presentato al convegno e pubblicato dalla rivista internazionale The International Journal of Digital Accounting Research, che illustra l’esperienza italiana nella codifica informatica, secondo lo standard XBRL, dei bilanci d’esercizio. L’attività di ricerca dei proff. Fradeani e Panizzolo sul Digital Accounting ha consentito la trasformazione della struttura e del contenuto del bilancio d’esercizio da documento “analogico” a sistema d’informazioni digitali ed elaborabili. Oggi circa un milione di società di capitali italiane depositano, infatti, i loro conti annuali e consolidati nello standard XBRL secondo una tassonomia di cui sono i coautori.

 

  • La ricerca di Cristiana Mammana ed Elisabetta Michetti all’attenzione dell’ American Institute of Physics. (Settembre 2016). Un gruppo di ricerca delle Università di Macerata, Pisa e Genova lavora da anni sulle nonlinearità che guidano le forze di mercato. L’articolo scientifico "Multistability and complex basins in a nonlinear duopoly with price competition and relative profit delegation" autori Luciano Fanti, Luca Gori, Cristiana Mammana e Elisabetta Michetti, è stato appena pubblicato su Chaos – An Interdisciplinary Journal of Nonlinear Science. Tale lavoro è stato selezionato dall’American Institute of Physics per essere diffuso, mediante rassegna stampa con intervista [http://www.newswise.com/articles/using-nonlinearity-in-understanding-market-forces#.V-F0fYFxJC0], dato il suo elevato valore scientifico di carattere interdisciplinare. In esso si spiega come la teoria dinamica della complessità, applicata allo studio delle forze che guidano i mercati oligopolistici, descriva interessanti fenomeni economici, come le fluttuazioni dei prezzi, gli equilibri multipli e la possibilità di coordinamento fra imprese duopolistiche. Molteplici le applicazioni nei mercati reali, come quello delle bibite analcoliche in cui operano le due grandi imprese Coca-Cola Co. e PepsiCo Inc.

 

  • Luca De Benedictis eletto segretario della Società Italiana degli Economisti. (Settembre 2016). Il prof. Luca De Benedictis è stato eletto Segretario della Società Italiana degli Economisti, la principale associazione di economisti in Italia. La Società Italiana degli Economisti, fondata nel 1950, conta oggi oltre 800 soci, in prevalenza docenti e ricercatori nei diversi campi dell’economia. La SIE si propone di favorire e stimolare la ricerca economica in Italia. Tra le sue attività vi sono l’organizzazione della Riunione Scientifica Annuale, la pubblicazione dell’Italian Economic Journal, l’attribuzione del Premio SIE per tesi di dottorato in discipline economiche conseguite presso Università italiane. Nel mese di agosto 2016 il docente aveva partecipato all'incontro mondiale degli studiosi di Network Science organizzato dall'Isaac Newton Institute for Mathematical Sciences di Cambridge : una settimana di colloqui e dibattiti e un workshop finale di due giorni. L'intervento era incentrato sull'applicazione della Network Analysis all'economia e della ricerca in tale campo presso Unimc.

 

  • Il prof. Paolo Rovati è stato eletto Presidente della sezione Marche dell'Associazione italiana insegnanti di geografia. Da oltre sessant'anni l'Associazione  difende la necessità di una cultura geografica nella società e promuove l'insegnamento della geografia, come disciplina strategica, che è più di ogni altra in grado di integrare in modo globale una formazione scientifica, culturale e civica di tutti gli studenti. La sezione regionale, che pubblica la rivista Marche InFormazione, diretta dal prof. Peris sin dal 1980, organizza, tra l'altro, conferenze, giornate di studio e visite guidate volte ad una approfondita conoscenza dei valori e dei problemi del territorio marchigiano.

 

  • Il Congresso Mondiale dei Dottori Contabili 2014 ha selezionato fra i "lavori altamente raccomandati" il paper del prof. Andrea Fradeani, Implementation of Mandatory IFRS Financial Disclosures in a Voluntary Format. Il riconoscimento è attribuito ai sei migliori lavori presentati al congresso, che dal 1904 ogni quattro anni riunisce i rappresentanti dei dottori contabili provenienti da tutto il mondo per discutere delle problematiche e delle prospettive del settore. Il lavoro scientifico è stato scritto dal prof. Fradeani in collaborazione con il dott. Francesco Campanari e con il prof. Carlo Regoliosi e il dott. Alessandro d'Eri dell'Università di Roma Tre.

 

  • La professoressa Elena Cedrola è stata premiata con il Best Conference Paper Excellent Award 2012 alla Global Marketing Conference, svoltasi a Seoul nei giorni 19-22 luglio 2012 e organizzata da Korean Scholars of Marketing Science, Japan Society of Marketing and Distribution, European Marketing Academy, International Textiles and Apparel Association e Australian & New Zealand Marketing Academy. Il riconoscimento è stato assegnato per l’articolo Italian Country Image: the Impact on Business Models and Relations in Chinese Business to Business Markets, scritto da Elena Cedrola insieme a Loretta Battaglia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con la motivazione: “l’articolo che amplia maggiormente i confini della conoscenza nel settore”.

 

  • Il 14 luglio 2012 è stato conferito al professor Paolo Rovati il Premio Speciale del Presidente della Repubblica nell’ambito della XV edizione del Premio nazionale di letteratura naturalistica “Parco Majella” per la pubblicazione del volume Ôikos: la radice comune di economia e di ecologia. Il premio è stato assegnato per “l’originalità del testo che propone contributi sul rapporto che intercorre tra l’economia e l’ecologia. Un rapporto sempre più  forte, evidente ed attuale, fra un’economia che deve essere sostenibile e che non può più prescindere dalla salvaguardia e dalla tutela dell’ambiente”.

 

  • La GAEA Sociedad Argentina de Estudios Geográficos ha assegnato, nel maggio 2011, al professor Paolo Rovati il riconoscimento internazionale di Socio correspondiente per la “distinguida actuación en el dominio de la ciencia geográfica” (per la pregevole attività nel campo della scienza geografica).

 

  • La professoressa Elena Beccalli ha ricevuto la Targa ADEIMF 2008, premio di eccellenza nella ricerca dell’Associazione dei Docenti di Economia di Intermediari e Mercati Finanziari. Il premio è stato assegnato per l'articolo “Does IT investment improve bank performance? Evidence from Europe”, pubblicato in Journal of Banking and Finance, 31, 2007.