Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Ricerca Presentazione Riesame dell'attività di ricerca

Riesame dell'attività di ricerca

sulla base degli obiettivi della ricerca di Dipartimento per il 2016 approvati dal Consiglio di Dipartimento del 16 dicembre 2015

Obiettivo 1. Promuovere una più forte cultura della qualità della ricerca.

 

Azione 1.1. Ridurre ulteriormente il tasso di inattività, soprattutto attraverso la pubblicazione di contributi in opere collettanee.

Indicatori: Numero di pubblicazioni annue dei docenti precedentemente inattivi.

Risultati. Si definisce “inattivo” chi non abbia prodotto pubblicazioni per due anni consecutivi. Nel 2015 risultavano “inattivi” tre componenti il Dipartimento; nel 2016 gli stessi hanno prodotto in media 1,7 pubblicazioni.

 

Azione 1.2. Consolidare il numero di pubblicazioni di articoli in riviste di fascia A, B o C, o comunque con referee e impact factor.

Indicatori: a. Numero di pubblicazioni in riviste di fascia A, B o C; b. Numero di pubblicazioni in riviste presenti in Web of Science o Scopus; c. Numero di pubblicazioni in riviste comunque con referee e con impact factor.

Risultati. Per misurare l’indicatore a., sono state utilizzate due diverse classificazioni delle riviste: i) gli elenchi delle riviste di classe A definiti dall’ANVUR per le aree 12 e 13 validi per l’anno 2016 e ii) la classificazione utilizzata dal GEV dell’area 13 nella procedura VQR 2011-2014; il GEV 12 non ha invece effettuato una classificazione delle riviste.

In base alla classificazione dell’ANVUR, risultano 34 articoli pubblicati in riviste di classe A, il 58% degli articoli in rivista pubblicati dai componenti del Dipartimento. Nel 2015 gli articoli pubblicati in riviste di classe A erano 16 e pesavano il 35% rispetto al totale.

La classificazione GEV, valida per la sola area 13, è diversificata su cinque livelli. Risultano 7 articoli pubblicati in classe A (erano 9 nel 2015), 13 in classe B (7 nel 2015) e 8 in classe C (1 nel 2015). Le pubblicazioni in riviste di classe inferiore alla C ma comunque con impact factor sono diminuite della metà, da 10 a 5. Il confronto con i risultati dell’anno precedente è necessariamente limitato alla sola area 13 e comunque i dati non sono perfettamente confrontabili poiché per il 2015 era stata utilizzata la classificazione su quattro livelli della VQR 2004-2010, la sola al momento disponibile.

Gli articoli in rivista presenti in Scopus o Web of Science costituiscono il 47% del totale. Da rilevare che nelle due banche dati citazionali sono presenti non solo articoli in rivista, ma anche contributi in volume di autori del Dipartimento.

Complessivamente il livello qualitativo delle pubblicazioni è aumentato essendo cresciuto in maniera rilevante il numero e la percentuale di articoli in fascia A (secondo la classificazione ANVUR) e consolidata la presenza nelle banche dati citazionali.

 

Azione 1.3. Consolidare le collaborazioni con ricercatori afferenti ad altre università o istituzioni nello svolgimento delle attività di ricerca.

Indicatori: Numero di pubblicazioni con coautori afferenti ad altre università nazionali o estere.

Risultati. Quasi la metà delle pubblicazioni (il 48%) nasce dalla collaborazione con studiosi afferenti ad altre università, sia nazionali che estere. La percentuale è la medesima dell’anno precedente. In particolare, le pubblicazioni scritte insieme a coautori afferenti ad università estere rappresentano il 18% del totale, nel 2015 era il 15%, nel 2014 il 13%.

 

 

Obiettivo 2. Promuovere la partecipazione a reti di ricerca nazionali e internazionali.

 

Azione 2.1. Organizzare seminari, convegni e conferenze nazionali ed internazionali.

Indicatori: Numero di seminari, convegni, conferenze organizzati.

Risultati. Il Dipartimento ha organizzato 34 seminari e 12 convegni scientifici. L’impegno profuso per l’organizzazione di eventi scientifici è in costante aumento: nel complesso 24 nel 2014, 33 nel 2015, 46 nel 2016.

Inoltre ricercatori del Dipartimento hanno fatto parte del comitato organizzatore di 5 convegni (4 internazionali) e di 3 sessioni (2 internazionali) organizzati presso altri atenei nazionali e internazionali.

Azione 2.2. Partecipare a seminari, convegni e conferenze nazionali ed internazionali.

Indicatori: a. Numero partecipazioni a seminari, convegni e conferenze nazionali ed internazionali; b. Numero inviti a partecipare a seminari, convegni e conferenze nazionali ed internazionali.

Risultati. È notevolmente aumentata la partecipazione a seminari/convegni sia nazionali (+80% rispetto al 2015) che internazionali (+97%), così come sono aumentati gli interventi su invito soprattutto in convegni internazionali.

Azione 2.3. Partecipare a progetti di ricerca con partner nazionali o esteri.

Indicatori: Numero di progetti ai quali partecipa un ricercatore del Dipartimento.

Risultati. Sei progetti presentati su bando competitivo sono in partenariato con altre università, di cui venticinque estere. Oltre a questi, ricercatori del dipartimento partecipano a quattro distinti progetti di ricerca presso altri atenei.

 

Azione 2.4. Consolidare la mobilità in entrata e in uscita con Atenei o istituzioni estere.

Indicatori: Giorni di mobilità in entrata e in uscita.

Risultati. L’incremento relativo alla mobilità in uscita è stato notevole: 134 giorni contro i 71 dell’anno precedente (+88%).

La mobilità in entrata si mantiene costante (243 giorni) soprattutto in virtù del bando di Ateneo “Visiting scholar Collegio Matteo Ricci”.

 

 

Obiettivo 3. Promuovere la partecipazione ai progetti internazionali.

 

Azione 3.1. Organizzare, collaborare o partecipare a eventi relativi ai bandi europei o internazionali di finanziamento alla ricerca.

Indicatori: a. Numero di eventi relativi a bandi europei o internazionali organizzati dal Dipartimento; b. Numero di partecipazioni ad eventi relativi a bandi europei o internazionali da parte di componenti del Dipartimento.

Risultati. Il Dipartimento ha organizzato un evento relativo ai bandi europei.

Tre docenti del Dipartimento, oltre al personale TA, hanno partecipato ad eventi di questo tipo organizzati dall’Ateneo.

 

Azione 3.2. Consolidare il numero di progetti presentati in risposta a bandi europei ed internazionali di finanziamento alla ricerca.

Indicatori: Numero di progetti presentati in risposta a bandi europei o internazionali.

Risultati. Sono stati presentati sei progetti di ricerca in risposta a bandi europei: uno del programma quadro Justice, dichiarato idoneo; due di Horizon 2020 nel ruolo di partner, di cui uno idoneo; due dell’azione Marie Skłodowska-Curie Individual fellowships di H2020 in qualità di hosting institution; uno dell’ERC. Nessuno è stato finanziato, ma è stato comunque notevole lo sforzo per una maggiore partecipazione ai bandi competitivi.

 

Azione 3.3. Partecipare a progetti di ricerca europei ed internazionali.

Indicatori: Numero componenti del Dipartimento che partecipa a progetti europei o internazionali.

Risultati. All’interno dei gruppi di ricerca previsti per i progetti presentati facevano parte sedici ricercatori del Dipartimento. Inoltre, tre componenti del Dipartimento partecipano a quattro progetti finanziati che fanno capo ad atenei esteri: tre progetti COST e un progetto finanziato da un’università internazionale.

 

 

Obiettivo 4. Promuovere la presenza nella ricerca nazionale.

Azione 4.1. Organizzare o partecipare a eventi relativi ai bandi nazionali di finanziamento alla ricerca.

Indicatori: a. Numero di eventi organizzati dal Dipartimento; b. Numero di partecipazioni da parte di componenti del Dipartimento.

Risultati. Neanche nel 2016 sono stati organizzati eventi finalizzati alla partecipazione ai bandi nazionali, né da parte del Dipartimento né da parte dell’Ateneo.

 

Azione 4.2. Presentare progetti in risposta a bandi nazionali.

Indicatori: Numero di progetti presentati in risposta a bandi nazionali.

Risultati. Sono stati presentati due progetti in risposta a bandi ministeriali:

-          uno, con ruolo di capofila, su bando del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Il progetto non è stato finanziato;

-          è stato invece finanziato un progetto presentato su bando del MIUR dal titolo “Una piattaforma italiana per la finanza d’impatto: modelli finanziari per l’inclusione sociale ed un welfare sostenibile”, che ha per capofila l’Università di Roma La Sapienza.

 

Azione 4.3. Partecipare a progetti di ricerca nazionali.

Indicatori: Numero componenti del Dipartimento che partecipa a progetti di ricerca nazionali.

Risultati. Sei ricercatori del Dipartimento partecipano al progetto finanziato dal MIUR. Tre facevano parte del gruppo di ricerca previsto per il progetto presentato su bando MAECI.

 

 

Obiettivo 5. Promuovere i rapporti con il territorio.

 

Azione 5.1. Partecipare a convenzioni relative anche ad attività di ricerca con enti, istituzioni, associazioni ed imprese del territorio locale, regionale e nazionale.

Indicatori: Numero di convenzioni attive.

Risultati. Sono attive cinque convenzioni con enti, associazioni e imprese.

 

Azione 5.2. Organizzare o partecipare a eventi collegati con enti, istituzioni, associazioni ed imprese del territorio locale, regionale e nazionale.

Indicatori: Numero partecipazioni da parte di componenti del Dipartimento ad eventi collegati con enti, istituzioni, associazioni ed imprese del territorio locale, regionale e nazionale.

Risultati. Sono state organizzate tre iniziative in collegamento con enti, istituzioni, associazioni ed imprese del territorio. Componenti del Dipartimento hanno partecipato ad otto eventi organizzati dal enti, ecc, del territorio locale, regionale, nazionale.

 

 

Obiettivo 6. Promuovere la comunicazione, all’interno e all’esterno, dei risultati della ricerca

 

Azione 6.1. Organizzare o partecipare a convegni o eventi per divulgare, sia all'interno che all'esterno del Dipartimento, i risultati dello svolgimento delle attività di ricerca.

Indicatori: Numero di eventi organizzati.

Risultati. Sono stati organizzati tredici eventi divulgativi.

 

Azione 6.2. Segnalare i risultati significativi raggiunti nello svolgimento delle attività di ricerca.

Indicatori: a. Numero di segnalazioni nel sito web del Dipartimento e in altri siti web; b. Numero di articoli giornalistici con segnalazioni.

Risultati. Sette segnalazioni.

 

Azione 6.3. Svolgere attività pubblicistica di divulgazione.

Indicatori: Numero di articoli divulgativi pubblicati da componenti del Dipartimento.

Risultati. Tre pubblicazioni divulgative.

 

 

Considerazioni conclusive.

Azioni di miglioramento: dare continuità allo sforzo di promozione di progetti di ricerca internazionali e nazionali. A tal fine promuovere incontri scientifici che permettano di dare continuità ai progetti non finanziati in vista dei bandi futuri.