Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Dipartimento Organi e regolamenti Consiglio di Direzione

Consiglio di Direzione

  • PERRI Stefano  (Presidente)
  • CEDROLA Elena
  • PAOLINI Antonella
  • SOCCI Claudio
  • DE BENEDICTIS Luca

 

ART. 32 STATUTO DI ATENEO
CONSIGLIO DI DIREZIONE
1. Il regolamento del dipartimento può prevedere un Consiglio di direzione, che dura in carica tre anni.
2. Il Consiglio di direzione svolge funzioni istruttorie e preparatorie sui punti all’ordine del giorno delle sedute del Consiglio di dipartimento e coopera con il Direttore all’esecuzione delle delibere adottate.
3. Sono componenti del Consiglio il Direttore, che lo presiede, il Vicedirettore, ove designato, i responsabili delle sezioni e i presidenti dei consigli dei corsi di studio gestiti dal dipartimento.

ART. 80 REGOLAMENTO GENERALE DI ORGANIZZAZIONE
CONSIGLIO DI DIREZIONE
1. Il Consiglio di direzione può essere istituito con delibera del Consiglio di dipartimento ove previsto dal regolamento della struttura, in conformità a quanto disposto dall’articolo 32 dello Statuto.
2. Il Consiglio di direzione svolge funzioni istruttorie e preparatorie sui punti all’ordine del giorno delle sedute del Consiglio di dipartimento e coopera con il Direttore all’esecuzione delle delibere adottate.
3. Il Consiglio di dipartimento, su proposta del Direttore, può delegare al Consiglio di direzione le funzioni previste dall’articolo 30 comma 1 lettere e), f) e m) dello Statuto, oltre ad altre funzioni attribuite al Consiglio dai regolamenti dell’Università.
4. Il Consiglio di direzione è composto dal Direttore del dipartimento, che lo presiede, dal vice-direttore, ove designato, dai responsabili delle sezioni e dai presidenti dei consigli dei corsi di studio gestiti dal dipartimento. Il responsabile amministrativo del dipartimento partecipa alle riunioni senza diritto di voto e con funzioni di segretario verbalizzante.
5. Alle riunioni del Consiglio di direzione si applicano le disposizioni del precedente articolo 78 commi 1, 2, 3 e 4.

ART. 7 REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E DIRITTO

1. La composizione del Consiglio di Direzione è determinata dall’art. 32, terzo comma, dello Statuto e dell’art. 80 del Regolamento generale di organizzazione.

2. Al Consiglio di Direzione sono attribuite, oltre alle funzioni di cui all’art. 32, secondo comma, dello Statuto, le seguenti competenze:

a)      concessione di patrocinio;

b)     contributi per attività seminariali e convegnistiche fino a € 500,00;

c)      autorizzazioni ad acquisti di copie di pubblicazioni o stipula di contratti di edizione;

d)     proposta di attribuzione del titolo di Visiting Professor, Visiting Researcher o Visiting Fellow;

e)      ogni altra funzione attribuita al Consiglio di Dipartimento dal Regolamento di Ateneo, che il Consiglio di Dipartimento demandi esplicitamente al Consiglio di Direzione.

3. Delle sedute del Consiglio di Direzione è redatto verbale sottoscritto dal Direttore e dal Responsabile Amministrativo del Dipartimento e inviato a tutti i componenti il Consiglio di Dipartimento almeno    due giorni prima della seduta successiva di quest'ultimo.

4. Al Consiglio di Direzione possono essere invitati a partecipare, senza diritto di voto, i delegati nominati ai sensi dell'art. 4, comma 2.


Ai sensi delle delibere del 14.5.2021 e dell'11.6.2021, il Consiglio di Direzione può svolgere le seguenti funzioni:

1. coordinamento dell’impegno didattico e dei compiti organizzativi e di servizio agli studenti;

2. determinazione dei crediti relativi a ciascun insegnamento: il Consiglio di Direzione può discutere il rapporto tra ore e CFU, ma i crediti per ciascun insegnamento devono essere stabiliti dai Consigli di Corso di Studio e ratificati poi dal Consiglio di Dipartimento;

3. determinazione dei crediti relativi ai seminari;

4. autorizzazione ad incarichi esterni;

5. pratiche di assegnazione degli affidamenti e contratti: il Consiglio di Direzione, opportunamente integrato con i rappresentanti delle aree scientifiche presenti in Dipartimento e con il delegato alla didattica, ha la funzione di istruire le pratiche;

6. concessione di patrocinio;

7. contributi per attività seminariali e convegnistiche fino a € 500,00;

8. autorizzazioni ad acquisti di copie di pubblicazioni o stipula di contratti di edizione;

9. proposta di attribuzione del titolo di Visiting Professor, Visiting Researcher o Visiting Fellow;

10. controllo ex ante dei programmi degli insegnamenti (cosiddetti "Allegati C")."